martedì

SAN VALENTINO E'...




Quando parliamo dell'amore è impossibile non cadere e ricadere nei luoghi comuni, spesso in contrasto tra loro; Da sempre dell'amore si dice tutto e il contrario di tutto e tutti noi sappiamo di saperne qualcosa...io compreso, che probabilmente mi sono innamorato per la prima volta da adulto e di un uomo.
Io non sono credente, perciò di San Valentino prendo il senso universale e anche soggettivo di quello che rappresenta. Valentino è morto decapitato a 97 anni proprio il 14 febbraio, intorno al 270 d.C. per ordine dell'imperatore romano Aureliano, perchè non voleva abiurare e smettere di celebrare  messe;  Certo a 97 anni uno è convinto che morirà quantomeno di vecchiaia,  comunque ci sono una sacco di leggende diverse su di lui e sulle sue reliquie, sparse un po ovunque, perfino a Dublino.
 San Valentino è principalmente considerato protettore degli amanti  per alcuni episodi che copio incollo pari pari da Wikipedia 

  • Una leggenda, narra come un giorno il vescovo, passeggiando, vide due giovani che stavano litigando ed andò loro incontro porgendo una rosa e invitandoli a tenerla unita nelle loro mani: i giovani si allontanarono riconciliati. Un'altra versione di questa storia narra che il santo sia riuscito ad ispirare amore ai due giovani facendo volare intorno a loro numerose coppie di piccioni che si scambiavano dolci gesti d'affetto; da questo episodio si crede possa derivare anche la diffusione dell'espressione piccioncini.

  • Secondo un altro racconto, Valentino, già vescovo di Terni, unì in matrimonio la giovane cristiana Serapia e il centurione romano Sabino: l'unione era ostacolata dai genitori di lei ma, vinta la resistenza di questi, si scoprì che la giovane era gravemente malata. Il centurione chiamò Valentino al capezzale della giovane morente e gli chiese di non essere mai più separato dall'amata: il santo vescovo lo battezzò e quindi lo unì in matrimonio a Serapia, dopo di che morirono entrambi.


E così anche dopo la  morte fisica, lo spirito romantico di Valentino, continua nei secoli a proteggere e rappacificare  le coppie (tutte le coppie), suggerendoci il valore assoluto dell'amore ... "la costruzione", perché come ho detto prima, possiamo dire tutto e il contrario di tutto ma una cosa per me è chiara, un punto fermo, come Sirio nel cielo notturno:  l'Amore è costruzione.
Amare, è un lavoro continuo che dobbiamo fare su noi stessi e sulla responsabilità che comporta l'essere amati; amare ed essere amati ci crea interrogativi sempre nuovi, mette a dura prova la nostra morale fino a cambiarla e quando l'amore è credibile, migliorandola. 
Amare è ricercare la felicità e, come dice Robert Louis Stevenson "Non c'è dovere che noi sottovalutiamo tanto quanto il dovere di essere felici. Quando siamo felici noi seminiamo nel mondo benefici anonimi che rimangono sconosciuti anche a noi stessi ".

L'Amore è una necessità, non un lusso.

2 commenti:

  1. Ciao belli!
    Un altro bell'articolo, lineare, semplice e ricco. Non come i papponi che scrivo io. Bravi :)
    Sì, l'amore è una necessità e non un lusso. Ma ancora prima, l'amore è un lavoro da fare su noi stessi. Se non partiamo da lì, da dove sennò :)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina